Il TUO IBM Client Center

Sale meeting, aree demo, servizi
tecnologici: tutto per il tuo business

Concerto jazz

Quando tecnologia e creatività artistica si incontrano. Nel segno della solidarietà.

Jazz.12 Concerto/Live Javier Girotto & Bebo FerraAppuntamento con la solidarietà, lo scorso 19 giugno. In collaborazione con International Help ONLUS, IBM Client Center di Milano ha ospitato un evento musicale di grande rilievo, con l'obiettivo di raccogliere fondi per finanziare un progetto per attività umanitarie in Etiopia.

A calcare il palco del grande Auditorium da oltre 300 posti non sono stati esperti di gestione aziendale, manager di alto – e anche altissimo livello – o tecnologi e ricercatori scientifici tra i più noti al mondo; e davanti a loro, nelle rosse poltroncine della sala, non sono stati dirigenti e quadri di IBM o di altre tra le maggiori e più importanti organizzazioni industriali ed economiche italiane e non: questa volta, sotto i riflettori c'erano due artisti di musica jazz tra i più noti e apprezzati del circuito internazionale, Bebo Ferra e Javier Girotto, e il pubblico era composto di amanti e appassionati di quella che può essere, a buon ragione, considerata la massima espressione della genialità creativa in campo musicale.

Il concerto presso il IBM Client Center di Milano ha rappresentato l'occasione, per il chitarrista cagliaritano e il polistrumentista argentino, di ritrovarsi dopo la felice collaborazione nel quartetto “Mari Pintau”. Il nuovo progetto, Caleidoscopic Arabesque, si incentra sulla formula del duo, in un repertorio quasi interamente nuovo, dove la maturità del loro sodalizio artistico ha tutto lo spazio per esprimersi.

Caleidoscopic Arabesque nasce da una grande affinità e reciproca stima consolidata negli anni. I percorsi artistici dei due musicisti si erano già incrociati in passato, in formazioni allargate: questa volta, la dimensione si fa decisamente più intima e cameristica. Tutto è alla luce del sole, sia dal punto di vista compositivo che improvvisativo. Il loro incontro rappresenta una totale unione tra spirito ed energia, un’alchimia che evidenzia intrecci di trame e colori che si intersecano fino a creare un’ immagine ricca di fantasia, come nell’arabesco ornamentale. Caleidoscopic Arabesque è infatti ricco di sapori latini, mediterranei e arabi. Lo stesso Sax fa emergere dalle oscurità del mare le trasparenze di quel mondo Arabo antico ed affascinante.

Chi è International Help ONLUS

Nata nel 1995 a Torino da un gruppo di amici da tempo impegnati in attività sociali, International Help (I.H.) si è impegnata in progetti di volontariato in Guatemala, Kenya, India, Etiopia, Mozambico, Myanmar, Madagascar, Cuba, Argentina e Repubblica Democratica del Congo.

A partire dal 2005 I.H. organizza annualmente una serata benefica dedicata al jazz. I concerti si tengono presso il IBM Client Center di Milano e hanno visto l’esibizione di grandi nomi del panorama jazz: Gianluigi Trovesi – Gianni Coscia – Dino Piana (2005), Gianluca Petrella – Michele Papadia – Franco Accardi (2006), Rita Marcotulli (2007), Gaia Cuatro Quartet - Carlos Buschini - Aska Kaneko – Gerardo Di Giusto – Tomohiro Yahiro (2008), Roberto Gatto – Max Ionata – Luca Mannutza (2009), Francesco Cafiso – Dino Rubino (2010), Fabrizio Bosso - Antonello Salis (2011).





A scuola di consulenza

L'eccellenza italiana nel know-how e nel management incontra l'università

Una decina di studenti a 'scuola di consulenza' presso il IBM Client Center di Milano

Come si fa consulenza oggi. È stato questo il tema centrale delle sessioni di studio e approfondimento organizzato nell'ambito della collaborazione tra Grenoble Graduate School of Business GGSB e l'Associazione Italiana dei Consulenti di Management APCO e la direzione IBM University Relations di IBM, che coordina i rapporti con le Università italiane e straniere, organizzando iniziative didattiche (seminari, workshop, laboratori, sessioni e visite aziendali) e di ricerca con docenti e studenti.

Un appuntamento importante, per il gruppo di studenti della GGSB durante la loro visita al IBM Client Center di Milano: un'occasione non solo per entrare in contatto con realtà di eccellenza del mondo della consulenza in Italia, oggi, quale è appunto APCO, ma anche con l’eccellenza del know-how italiano, in mostra presso il IBM Client Center di Milano. In particolare, è il secondo anno che questa scuola viene a visitare la sede IBM in Italia: appuntamento a cui gli stessi studenti riconoscono grande valore nelle sessioni proposte, tanto da mantenere il contatto in seguito, chiedendo ulteriore supporto didattico per attività successive e per le loro tesi di laurea.

Guidati da Michele Colletti – affiliate professor presso la GGSB e membro del Consiglio Direttivo di APCO, per conto del quale gestisce i rapporti con il mondo delle università – e Michelle Mielly – direttrice del programma di master in consulenza di direzione della GGSB, il MSc Management Consulting Program - gli studenti hanno avuto modo di toccare con mano alcune delle soluzioni che IBM ed i suoi principali business partner in Italia offrono nell'ambito di settori importanti come il Fashion ed il Retail, l'energia e le utilities in genere, la Pubblica Amministrazione, e che sono in mostra nelle aree demo allestite presso IBM Client Center di Milano.

"Gli studenti del MSc in Management Consulting della Grenoble Graduate School of Business (GGSB), business school francese con triplo accreditamento, il 10 maggio hanno visitato l’IBM Client Center di Milano. Si tratta del completamento di una felice triangolazione tra GGSB, APCO e IBM", ha detto Michele Colletti.

"Infatti, da anni IBM, e in particolare la divisione Global Business Services, ha recepito il modello di qualificazione internazionale CMC (Certified Management Consultant) che APCO, istituto accreditato presso l’ICMCI, amministra in Italia. Oggi un numero significativo di consultant IBM Italia sono soci APCO CMC e partecipano attivamente alle iniziative dell’Associazione, in particolare a quelle legate alla formazione e allo sviluppo professionale. D’altra parte, APCO ha da tempo iniziato un percorso di avvicinamento alle Università con lo scopo sia di fornire stimoli culturali professionali ai propri soci, sia di avvicinare i giovani interessati al mondo della consulenza di direzione e organizzazione. In particolare, APCO ha stretto un accordo con GGSB la quale ha una consolidata tradizione nei programmi universitari specifici per la consulenza.

L’accordo prevede tra l’altro che gli studenti, diventando soci APCO, compiano un viaggio di studio a Milano per incontrare le eccellenze della consulenza italiana".

Il responsabile del Consiglio APCo ai rapporti con le università ha poi concluso dicendo che "IBM certamente coniuga come nessun altro competenze tecnologiche e gestionali. In particolare la visita alla sede milanese ha permesso agli studenti di comprendere la complessità della organizzazione e della offerta di IBM, di conoscere la visione Smarter Planet e di apprezzare gli ambienti interattivi che fanno da showcase alle soluzioni IBM in settori importanti come la moda, l’energia e la pubblica amministrazione".

In definitiva, nelle parole del Prof. Coletti, "una bella esperienza che aiuta sia gli studenti a capire come si fa consulenza oggi sia l’IBM e APCO a mostrare l’eccellenza del know-how italiano".



Storage Forum 2012

Storage Forum 2012: flessibilità, efficienza e sicurezza per addomesticare i Big Data

Il 12 giugno si rinnova l'appuntamento con lo Storage Forum.


Torna il consueto appuntamento che IBM, ogni anno, dedica allo Storage. Oltre duecento business partner e clienti affolleranno l'Auditorium del IBM Forum Milano per ascoltare le ultimissime novità tecnologiche in questo campo e le caratteristiche ed i vantaggi delle soluzioni che IBM propone.

Giovanni Calvio, Manager of Storage Platform, IBM Italia, ed Enrico Cereda, Vice President Systems and Technology Group, IBM Italia, parleranno delle nuove strategie storage di IBM per aiutare le aziende ad archiviare più dati in meno spazio, elaborarli in modo più rapido, ottimizzare protezione e archiviazione, rendere più efficiente l’intera infrastruttura.

La crescente interconnessione delle aziende e l'aumento esponenziale della digitalizzazione di ogni aspetto della nostra vita quotidiana ha causato una esplosione dei dati che interessa e coinvolge aziende di ogni dimensione e settore di mercato. Stiamo velocemente arrivando ad un miliardo di transistor per ogni essere umano: una mole immensa di sensori che registrano e trasmettono montagne di dati. Servono soluzioni in grado di gestire le informazioni in modo sempre più efficiente, dinamico e in linea con le specifiche esigenze di business e di budget.

Il supporto di IBM Forum Milano allo Storage Forum 2012 non si esaurisce nell'ospitare i lavori all'interno del proprio Auditorium. A disposizione dei partecipanti saranno anche servizi internet e di network – quali l'accesso ai social media, come LinkedIn e Facebook – per mantenere il contatto con i propri collaboratori e clienti, e per diffondere alla propria rete di business le notizie e le informazioni presentate durante le sessioni di lavoro.



Dominopoint Days 2012

Dominopoint Days 2012

Comunità Dominopoint a raccolta al IBM Forum Milano, in occasione della sesta edizione dei Dominopoint Days, il 21 e 22 giugno, l'evento tecnico italiano del social software IBM che il gruppo degli utenti della piattaforma Domino/Notes organizza ormai da diversi anni.


dominopoint days 2012. 21 e 22 Giugno 2012 - IBM Forum MilanoL'edizione 2012 conta su un'agenda molto ricca, in cui figurano alcuni dei nomi più importanti a livello italiano e mondiale in questo particolare campo. Su tutti spicca quello di Ed Brill, Director, Product Line Management, IBM Collaboration Solutions, responsabile insieme al suo team di collaboratori, per la strategia di prodotto e di marketing per tutti i prodotti di messaging, collaboration e productivity di IBM. Altri nomi di rilievo assoluto, quelli di John Pierre Campitelli (meglio conosciuto come JohnPCamp), Social Communications Solution Representative in IBM, con oltre 18 anni di esperienza nel campo delle soluzioni di collaboration.

L'elenco degli speaker è ancora in via di completamente: ci si aspetta, quindi, ulteriori, piacevoli sorprese per quanto riguarda i nomi dei relatori.

Durante i due giorni di evento - realizzato in piena autonomia dalla comunità Dominopoint.it grazie al sostegno degli sponsor e degli speaker - verranno trattate le principali tematiche tecniche correlate al mondo IBM Lotus Software.

Come per tutti gli anni precedenti, anche questa sesta edizione dell'evento organizzato da dominopoint si svolgerà in pieno spirito open con partecipazione gratuita (è richiesta la registrazione).



10 anni con il Politecnico

Un ponte tra università e mondo del lavoro

La collaborazione tra IBM, IBM Forum Milano e Politecnico di Milano taglia il traguardo del decennale. Dieci anni insieme, nel nome dell'integrazione tra mondo dell'università e mondo del lavoro.


IBM. Politecnico di Milano. IBM Forum Milano

Un ponte tra università e aziende. Così si potrebbe definire la collaborazione tra IBM, IBM Forum Milano e Politecnico di Milano e che ha raggiunto il prestigioso traguardo dei suoi (primi) 10 anni di vita. E di successo.

Nel corso di questo decennio gli studenti dell'ultimo anno del corso di Sistemi Organizzativi della laurea triennale in Ingegneria gestionale che hanno partecipato alle diverse giornate di approfondimento (una per ogni anno accademico) presso il IBM Forum Milano sono più di 2000. Ben 158 solo in questa edizione 2012, svoltasi il 13 aprile.

"L'obiettivo dell'iniziativa è mettere in contatto gli studenti con realtà aziendali avanzate, mostrare loro che le nozioni ed i concetti che studiano sui testi universitari non sono soltanto parole ma hanno origine e si riflettono nel mondo reale, in quelle aziende in cui loro, un giorno, si troveranno immersi: uno stimolo a studiare e, contemporaneamente, un modo per permettere loro di immaginarsi proiettati nel mondo del lavoro, nella realtà quotidiana di un'azienda", la testimonianza dei professori Emilio Bartezzaghi e Olimpio Brivio, docenti delle due sezioni del corso di Sistemi Organizzativi.

La classica giornata di approfondimento presso il IBM Forum Milano si articola in tre momenti diversi: alla presentazione di una serie di case studies da parte degli esperti IBM seguono una sessione di Q&A e, infine, un'esercitazione pratica che impegna gli studenti in un processo di analisi e reinterpretazione di quanto discusso durante la mattinata.

Carla Milani, responsabile per IBM dei rapporti con il mondo dell'università, ha voluto sottolineare come “Ogni anno sono una decina gli esperti IBM arruolati come tutor: ci sono anche diversi casi di esperti che hanno partecipato a tutte e dieci le edizioni di questa collaborazione, e ogni anno si preoccupano di confermare la loro disponibilità, affascinati dall'esperienza del contatto con questi ragazzi".

"Come IBM Forum Milano rappresentiamo la porta di ingresso, per il mondo delle aziende e delle università, verso la tecnologia e la expertise IBM, e una vetrina per tutte le soluzioni tecnologiche e gestionali nostre e dei nostri business partner", ha detto Enrico Bozzi, manager della struttura italiana. "Siamo quindi orgogliosi di poter collaborare con il Politecnico di Milano ad un progetto come questo".



Galleria fotografica






La storia in 3D

IBM in Italia, la storia in 3D

IBM in Italia, una storia lunga 80 anni: guardala in 3D

Dalla prima fabbrica al Giambellino, quartiere storico di Milano, al Centro Scientifico ospitato in una delle più splendide località del pianeta, Venezia; da Thomas J. Watson in visita alla sede di via Tolmezzo, a Milano, agli elaboratori IBM consegnati alla Banca d'Italia.

Queste sono solo alcune delle immagini tratte dalla storia di IBM in Italia ed elaborate secondo tecnologie stereoscopiche per trasformarle in fotografie 3D.

Il risultato è una serie di immagini di grande impatto emotivo: la tecnologia stereoscopia, infatti, le arricchisce di una carica vitale, una dimensione, uno spessore, assolutamente non paragonabile a quella delle fotografie tradizionali, belle ma comunque 'piatte'.

Su questa pagina ne riproduciamo alcune. Per poterle ammirare in tutta la loro espressività e apprezzarne la carica emotiva serve, ovviamente, un paio di occhialini adatti, gli stessi che si usano nelle sale cinematografiche e che, ormai, tutti noi conosciamo.

Queste stesse immagini sono proiettate anche sui 'totem' presenti nei saloni del IBM Forum Milano di Segrate, liberamente visibili ai collaboratori di IBM Italia ma anche a tutti coloro che, in qualità di clienti, fornitori o semplici partecipanti agli eventi e alle manifestazioni che si tengono presso la sede di Segrate di IBM Italia, frequentano i locali del IBM Forum Milano.



Galleria fotografica 3D








IBM in Italy, history in 3D

IBM in Italia, una storia lunga 80 anni: guardala in 3D

From the first factory at Giambellino, old-times district in Milan, to the Research center hosted in one of the world's most baeutiful locations, venice; from Thomas J. Watson touring via Tolmezzo, Milano, site, to the IBM mainfame delivered to Banca d'Italia.

These are but a few of the images extracted from the history of IBM in Italy and worked with stereoscopic technologies to turn them into 3D photographs.

The result is a series of images with a great emotional impact: stereosopic technology, indeed, enriches images with an inner strength, a dimension, a breath, which can by no mean be compared to traditional photographs, nice but yet 'flat'.

On this page we show you a few of them. To admire them in their full expressiveness and to appreciate their emotional charge you need, of course, a pair of 3D-glasses, those we all use at 3D-movies and have got to know pretty well.

These very images are shown on the 'totems' in the halls at IBM Forum Milano, Segrate, free for IBMers but also for all those who, as customers, suppliers or registrants to events and initiatives, happen to visit IBM Italia headquarters.



Gallery of images











Energia e utilities

Energia e utilities: efficienza ed efficacia per una città più intelligente



Dall'energia all'acqua, dalla raccolta dei rifiuti al loro trattamento, al monitoraggio dell'ambiente o del traffico, alla diffusione di notizie, informazioni e dati importanti per i cittadini e le aziende, i sistemi e le infrastrutture delle nostre città ed aree urbane necessitano di soluzioni e sistemi sempre più complessi e tecnologicamente sofisticati. In altre parole, di intelligenza.

Una richiesta a cui IBM risponde con le numerose tecnologie, soluzioni e applicazioni che i suoi laboratori e business partner hanno sviluppato con l'obiettivo di costruire città più intelligenti.

Le soluzioni Tivoli per il Service Management forniscono visibilità, controllo e automazione necessari per offrire servizi di qualità, gestire i rischi e la conformità. La potenza del DB2 consente di esplorare ed elaborare le enormi quantità di dati che miliardi di sensori raccolgono e inviano ai centri di gestione. L'applicazione di soluzioni ILOG (per ottimizzare i processi decisionali) e Cognos (per gestirli con regole precise) consente ad un'azienda di analizzare le informazioni ed i dati in modo più approfondito, per una maggiore e migliore comprensione dei meccanismi e degli scenari che si presentano. BM propone anche una soluzione altamente personalizzabile in grado di gestire in modo integrato e quanto più possibile automatico il di Switching sia nel contesto elettrico che in quello del GAS.

Alcune di queste tecnologie, soluzioni e applicazioni sono raccolte in due aree che il Forum Milano di IBM ha costituito quali show room, a disposizione di visitatori e aziende interessati a capire cosa IBM e le aziende partner possono fare per aiutare a rendere più intelligenti le nostre città e quindi migliorare la qualità della vita dei cittadini: l'Angolo delle Soluzioni IBM per la telegestione dei contatori intelligenti del Gas e l'Ufficio del Sindaco. Se la prima raccoglie alcune delle soluzioni che IBM e i suoi business partner hanno predisposto per aiutare le aziende del settore a raggiungere i loro obiettivi – come, per citarne alcuni, modalità innovative per il servizio verso i rivenditori e gli utenti finali, o funzioni applicative e soluzioni tecnologiche per realizzare la telegestione dei contatori intelligenti, sempre con un occhio attento alla valorizzazione degli investimenti – la seconda è una vera e propria centrale operativa del futuro. Qui è possibile toccare con mano come un sistema integrato di sensori e una serie di display e cruscotti interattivi possono permettere di avere a disposizione in tempo reale tutte le informazioni relative al vivere urbano, così da consentire agli amministratori di prendere decisioni e avviare attività di pianificazione per migliorare e rendere più efficace il governo della città.

Con i suoi servizi e il suo essere parte integrante di un network di ben sedici diversi centri di ricerca tecnologica, l'IBM Forum Milano rappresenta anche il punto di accesso a tutto il mondo delle conoscenze ed esperienze di IBM nel settore delle infrastrutture e dei servizi per una città più intelligente. Soluzioni per il settore Energy & Utilities si possono trovare anche al Solutions Center presso l'IBM Forum di La Gaude, in Francia, ove si concentra la ricerca IBM per questo settore. Il laboratorio francese ospita che vanno ad interessare l'intera filiera energetica, dalla produzione di energia alla gestione della relazione tra cliente e fornitore.

Per saperne di più:



Innovazione: premiata azienda italiana

Un'azienda italiana ai massimi livelli mondiali nella produzione di software e applicazioni per il business.

Il Beacon Awards 2012 per il settore Retail è stato assegnato alla italiana Sowre.
Il prestigioso riconoscimento va a premiare Consumer Heat Map – questo il nome della soluzione presentata dalla software house lombarda –, votata quale Best industry Solution for Retail per il suo elevato livello innovativo e per la capacità di rispondere alle necessità e alle richieste del mercato e delle aziende.
IBM assegna ogni anno questo ambito premio ad un selezionato numero di business partner come riconoscimento per il raggiungimento di livelli di eccellenza nella Information Technology, per la capacità di sviluppare competenze e professionalità, per la conoscenza dei mercati e per l’innovatività delle soluzioni sviluppate basandosi su tecnologia e servizi IBM.
“Siamo particolarmente onorati di avere vinto il premio Beacon award 2012 come migliore Industry Solution per il Retail con la nostra soluzione Consumer Heat Map (CHM)”, ha dichiarato Nereo Oscar Facco, CEO di Sowre. “Lo consideriamo – ha aggiunto - un importante riconoscimento del nostro successo nello sviluppare e proporre soluzioni innovative basate su software IBM”.
Secondo Marco Tronati, Marketing & Sales Executive di Sowre, che insieme con Andrea Airaghi, Technical Director, è salito sul palco di New Orleans per ritirare l'ambito premio, “l'assegnazione del Beacon Awards 2012 rappresenta un prestigioso riconoscimento internazionale per un IBM business partner italiano, a dimostrazione della forza e capacità di competere e vincere insieme sul mercato globale”.
L’idea vincente di CHM è l'avere individuato nuovi modi per raccogliere dati che in precedenza non erano misurabili, fornendo informazioni completamente nuove sui clienti del punto vendita. Di conseguenza, CHM consente di misurare per la prima volta sia l’efficienza delle attività di store-marketing, sia la vera efficacia commerciale del punto vendita. La soluzione ideata da Sowre è stata installata in demo la prima volta presso il Fashion Solution Store del IBM Forum Milano, a disposizione di clienti e partner.
Con sedi a Milano e Lugano, Sowre è un system integrator e un ISV con grande esperienza nelle tecnologie software. La società offre pacchetti di soluzioni basate su software IBM in grado di aiutare un cliente a innovare il suo business e migliorare i livelli di efficienza dei suoi processi. Commerciabili anche da altri IBM Business Partner, questi pacchetti offrono anche un ROI veloce. Sowre è IBM Premier Partner dal 2005.
Collabora da anni con il IBM Forum Milano di Segrate ed è membro della Fashion Alliance, il team di business partner attivo nello sviluppo di soluzioni per il mondo del retail nell'ambito della moda.

Per saperne di più



IBM Business Continuity Summit 2012

Business Continuity Summit 2012. Come mantenere il tua business sempre operativo, qualsiasi cosa succeda. Milano e Roma, 22 marzo.Una giornata con alcuni tra i maggiori esperti internazionali in materia di sicurezza e gestione dei rischi.
La propone IBM, con il IBM Business Continuity Summit 2012, in programma presso il IBM Forum Milano di Segrate e, contemporaneamente, a Roma, in collegamento video.

Giunto alla sua quarta edizione, il IBM Business Continuity Summit rappresenta un appuntamento ormai tradizionale e immancabile per rivedere le strategie per un'efficace gestione del rischio ed essere aggiornati sugli ultimi sviluppi tecnologici degli strumenti per una protezione adeguata di dati, clienti, collaboratori e immagine. In una parola, del business.
I rischi a cui sono esposte le aziende stanno diventando sempre più numerosi e meno prevedibili. Questo può tradursi in emergenze vere e proprie, che minacciano la sicurezza di dati, applicazioni, e infrastrutture, oltre all'immagine e alla sopravvivenza dell'azienda stessa.

Download the 2011 IBM Global Business Resilience and Risk Study. I numeri parlano chiaro: il 64% delle aziende coinvolte in una recente ricerca di IBM – Key Trends driving global business resilience and risk (richiede registrazione) - afferma di aver sviluppato un piano di business resiliency, il 42% si appresta a farlo in breve tempo mentre il 58% ha dichiarato di aver approntato le misure per affrontare le emergenze. Lo studio ha evidenziato inoltre una crescente interconnessione dei diversi tipi di rischi, con conseguente aumento delle complessità.
Un'efficace gestione del rischio è quindi un imperativo per ogni organizzazione, che deve essere pronta ad affrontare le emergenze con un approccio che sia parte integrante della propria strategia di business, che consideri gli scenari sociali e istituzionali del Paese, e che non sia più solo affidato a chi si occupa di normative o a un singolo reparto.
L'edizione 2012 dell’IBM Business Continuity Summit, organizzato in collaborazione con IDC, si propone di illustrare, con un taglio fortemente pratico, i nuovi scenari, i trend di oggi e le prospettive di domani della Business Continuity & Resiliency. Relatori di prestigio internazionale e analisti di IDC, che illustreranno gli approcci, le soluzioni e le strategie più innovative per proteggere le risorse e gestire le emergenze in modo ottimale.
Cloud, architetture server-storage e normative sono solo alcuni dei temi che verranno affrontati nel corso della giornata, anche attraverso testimonianze dirette di aziende ed enti pubblici che hanno già realizzato progetti di successo

Per saperne di più



Stereoscopia

Come si ottiene la visualizzazione stereoscopia?

La natura ci ha dotati di 2 occhi e di un cervello in grado di elaborare le immagini provenienti dagli occhi destro e sinistro e di comporle in un'unica immagine, distinguendo 3 dimensioni e la profondità delle immagini. Fissando un oggetto prima con l'occhio destro e poi col sinistro, vi accorgerete di vedere 2 immagini con angolazioni diverse. Per replicare questo tipo di visione è necessario avere dei contenuti (video o immagini) stereoscopici, cioè riprese video o fotografie fatte con due telecamere o due macchine fotografiche affiancate. La difficoltà è quella di offrire l'immagine ripresa per l'occhio destro al solo occhio destro e quella ripresa per l'occhio sinistro al solo occhio sinistro. In proiezione esistono due modalità principali:

Proiezione stereoscopica passiva

Richiede l'utilizzo di 2 proiettori, uno per proiettare le immagini destinate all'occhio destro e l'altro per proiettare le immagini destinate all'occhio sinistro. Davanti alle lenti dei proiettori o internamente al motore ottico vengono posizionati dei filtri polarizzati che polarizzano la luce in modo diverso (uno orizzontalmente e l'altro verticalmente). Lo spettatore dovrà indossare degli occhiali passivi che al posto delle lenti hanno due filtri polarizzati che corrispondono a quelli posizionati davanti ai proiettori, questi occhiali filtrano rispettivamente la visione delle due proiezioni verso l'occhio destro e sinistro.

Proiezione stereoscopica attiva

Richiede l'utilizzo di 1 proiettore in grado di proiettare in sequenza, uno dopo l'altro, i fotogrammi destro e sinistro ad una frequenza di almeno 120Hz (60 Hz per canale). La visione avviene tramite degli occhiali attivi che al posto delle lenti hanno due pannelli a cristalli liquidi (LCD) che fungono da otturatore. Un emettitore/trasmettitore a raggi infrarossi collegato al proiettore o alla sorgente video emette un segnale di comando per otturare l'occhio destro quando viene proiettata l'immagine per l'occhio sinistro e viceversa.

L'applicazione di queste tecnologie fa sì che un'immagine tridimensionale proiettata e/o visualizzata "esca" dallo schermo o che che ci dia un senso di profondità, aprendoci la porta verso un mondo fatto di sensazioni molto più forti e reali.



Innovazione, ripresa, competitività

Rinnovare la visione del mondo del lavoro per aumentare il livello di competitività e prepararsi alla ripresa: una necessità per tutte le aziende che vogliano affrontare con successo le sfide che il mercato propone tutti i giorni.

IBM Forum Milano, con la rete dei sedici tra Forum, laboratori e centri di ricerca che costituiscono la rete degli IBM Forum Centers europei, rappresenta un punto fondamentale nell'offerta di conoscenze, esperienze e formazione di IBM.

Il seminario “L'Innovazione ICT a supporto della Ripresa e della Competitività” (14-15 febbraio), organizzato dai Servizi di formazione IT di IBM, propone un percorso in cui si analizzano i trend evolutivi e gli scenari possibili, si illustrano soluzioni in funzione del contesto e si analizza la gestione dell'infrastruttura IT relativa. L’obiettivo è offrire una panoramica tecnica di alcuni degli elementi principali che devono essere presi in considerazione dalle diverse figure professionali – IT Manager, IT Professional, IT Consultant, IT Architect, System Integrator, Project Manager e Business Partner – coinvolte nel processo di aggiornamento e gestione di un'infrastruttura IT per consentire loro di acquisire una visione tecnologica e affrontare da protagonisti i ritmi di mutazione degli scenari aziendali e delle risorse tecnologiche.

Tra i temi che saranno oggetto di discussione, la 'filosofia della reticolarità', ovvero di come l'evoluzione del sistema organizzativo di un’azienda preveda un’analisi che tenga conto della riduzione del livello di gerarchia e della burocratizzazione, dell'esternalizzazione delle funzioni e delle attività e che non trascuri una ridefinizione ed eventualmente uno sviluppo di strutture reticolari. Verranno espresse alcune considerazioni relative alle possibili vie da seguire e alle prospettive collegate all’affermazione della logica delle competenze e del prodotto-primato.

Il seminario prenderà in considerazione alcune delle possibilità che la tecnologia più avanzata mette a disposizione: dal cloud alle tecnologie a supporto dei nuovi modelli di business e alle Social Network, che molte aziende vedono come possibilità per reinventare il loro modello di business e raggiungere nuovi livelli di agilità.

Ancora, come un ERP Mobile possa aumentare le potenzialità dell’organizzazione di vendita o di supporto e l'integrazione delle comunicazioni nell'azienda consenta di integrare i social network nei processi di business, per accelerare la collaborazione, approfondire le relazioni con i clienti, generare nuove idee più rapidamente e supportare una forza lavoro più efficace.

Per saperne di più
Agenda, modalità di iscrizione e costi del seminario “L'Innovazione ICT a supporto della Ripresa e della Competitività” del 14-15 febbraio



Agilità, sicurezza e semplicità per il sistema bancario

IBM Forum Milano: con il sistema bancario per un modello di business più agile e semplice ma anche più sicuro

IBM Forum Milano e tutta la rete degli IBM Forum Centers in prima fila nel proporre alle aziende del banking & financing la possibilità di toccare con mano e sperimentare in prima persona le soluzioni più innovative che IBM e i suoi business partners propongono nell'ambito dell'industria bancaria e finanziaria.

In un mondo che cambia sempre più velocemente, anche il ruolo ed il modello di business di banche e società finanziarie si deve adeguare. Il perdurare della crisi comporta molti rischi e sta rendendo stabile una situazione di mercato caratterizzata da tassi di interesse molto bassi, in cui viene meno una delle principali fonti di revenue delle banche e si rende necessario cercarne di nuove, puntando sul cliente e sulle sue potenzialità.

Allo stesso tempo, però, questa situazione rappresenta una grande opportunità per rinnovare il proprio IT e renderlo più efficiente per rispondere, da una parte, ai nuovi e più stringenti requisiti di legge per la sicurezza e la gestione del rischio e, dall'altra, alla richiesta di sempre maggiore agilità e flessibilità che arriva dai clienti.

La necessità di essere vicino al cliente richiede da parte delle banche e degli istituti finanziari in genere la capacità di sfruttare pienamente le informazioni a disposizione. Bisogna evitare di avere molti datawarehouse, passare a una visuale unica per ‘seguire’ il cliente attraverso i diversi canali, potendo accedere alle informazioni giuste nel momento giusto per sviluppare, ad esempio, strategie di cross e up selling. Nuove opportunità per confrontarsi con il cliente e intercettarne i bisogni verranno poi dal mobile payment, ultima frontiera della multicanalità, e dal dialogo sui social media”.

Secondo Maurizio Brun, Vice President Financial Services Sector IBM Italia, “Il trend emergente per il 2012 è certamente la gestione e l’interpretazione del dato”. Le priorità di investimento per i prossimi mesi saranno la gestione e l’utilizzo innovativo dei dati, i nuovi sistemi di pagamento, la revisione dei processi, l'applicazione del cloud alle infrastrutture per renderle più agili, flessibili e sicure, il canale mobile e i social media.

Gli IBM Forum Centers

In questo scenario in continua e rapida evoluzione, in cui gli IBM Forum Centers – una rete di 16 centri in tutta Europa, tra cui il IBM Forum Milano di Segrate - si pongono come strumento a disposizione degli operatori che vogliono approfondire la conoscenza del mercato e dei suoi meccanismi di cambiamento, essere aggiornati sullo sviluppo delle soluzioni tecnologiche, mettere in comune e a confronto le proprie esperienze e competenze.

Di particolare rilievo, per il mondo del Banking & Financing, il IBM Banking Industry Solution Center di Barcellona, allo stesso tempo un laboratorio per lo sviluppo di nuove soluzioni e una vetrina per mettere in evidenza quanto di nuovo, moderno ed innovativo il mondo dell'Information Technology può offrire. Rappresenta la punta di diamante della grande esperienza che IBM ha raccolto durante tanti anni di product development con l'obiettivo di migliorare le prestazioni delle aziende clienti.

Per saperne di più



Museo MAXXI Roma

La mostra del Centennial IBM lascia il IBM Forum Milano di Segrate e va al Museo MAXXI di Roma.

Dal 18 gennaio, e per tre settimane, i visitatori dell'importante museo capitolino dedicato alla promozione dell'arte e dell'architettura del XXI secolo avranno un motivo in più per prolungare la loro permanenza nel prestigioso istituto: una mostra dedicata ai 100 anni della IBM Corporation, celebrati nell'anno che si è appena concluso.

I locali del MAXXI B.A.S.E. ospiteranno contenuti multimediali che permetteranno ai visitatori di accedere alle memorie e ai simboli della storia di una delle più longeve compagnie del mondo dell'Information Technology: invenzioni, successi, cambiamenti e impatto sulla comunità elementi presenti nella mostra sotto forma di video, interviste, immagini e applicazioni interattive, provenienti dal IBM Forum Milano di Segrate.

Il MAXXI B.A.S.E. – acronimo di Biblioteca, Archivi, Studi, Editoria – costituisce il centro di ricerca del Museo. Concepito come una struttura viva e dinamica, un autentico laboratorio di ricerca, offrirà al pubblico attrezzature e strumenti all’avanguardia nell’approfondimento, nella ricerca e nella comprensione dei fenomeni artistici contemporanei. Si tratta dunque dell'ospite più indicato per la mostra sulla storia di una società protagonista dello sviluppo tecnologico degli ultimi 100 anni.

L'iniziativa si inserisce nell'ambito della partnership tra Fondazione IBM Italia e Fondazione Museo MAXXI per la soluzione MAXXI APP per dispositivi Android ed Apple, che consente di pianificare la visita al Museo MAXXI, scoprire le mostre in corso, consultare il programma degli eventi e curiosare tra oltre 300 tra schede di opere, video, contributi audio e contenuti speciali, con approfondimenti sull’edificio che ospita il museo, e sul suo architetto, Zaha Hadid.




Conosci il tuo Client Center in un minuto e mezzo

Guarda il videoGuarda il video

1,30" soltanto del tuo tempo per conoscere quello che il IBM Client Center Milano può fare per te! (00:01:31)

Fai ripartire il tuo business con l'offerta RESTART di IBM

Subito 24 mesi di finanziamento a tasso ZERO per essere più competitivi e rispondere alle sfide del mercato

Per saperne di più

La Città più Intelligente

Benvenuti nella Città più Intelligente.